Attacco cardiaco? Arriva l’applicazione pronto soccorso

Una nuova app iPhone per le situazioni d’emergenza, che mette in allarme chi nelle vicinanze può aiutare qualcuno che sta avendo un arresto cardiopolmonare. E’ Fire Departement, l’applicazione salvavita in grado di predisporre un tempestivo intervento prima dell’arrivo del soccorso medico.

Se una delle vostre ambizioni è quella di salvare vite, se E.R. è sempre stato il vostro telefilm preferito, se vi appassional’avventuroso mondo del pronto soccorso, questa applicazione fa per voi.

“C’è un eroe in ognuno di noi”: è infatti questo il motto dell’applicazione per iPhone e Ipad Fire departement”,  creata per segnalare agli utenti situazioni d’emergenza cardiaca in luoghi pubblici a loro vicini e permettere un soccorso immediato nei primi minuti, i più decisivi, prima dell’ambulanza e dell’intervento dei medici.

Attenzione, però, nessuno deve improvvisarsi soccorritore d’emergenza!
L’app è infatti diretta a chi già possiede nozioni di pronto soccorso cardiaco e può effettivamente aiutare il malato, rianimandolo se necessario e affrontando l’urgenza.  Inoltre, durante l’installazione, l’utente deve rispondere affermativamente alla domanda: “Sei disposto ad aiutare uno sconosciuto in una situazione d’emergenza?”, confermando la propria disponibilità a diventare, per volontà del destino, un futuro eroe.

Grazie al GPS vengono individuati i possibili soccorritori della situazione d’urgenza, che comunque viene segnalata al pronto intervento locale, suggerendo il punto in cui si trova il malato e le coordinate del defibrillatore automatico esterno (AED).

A sviluppare l’applicazione sono stati veri professionisti dell’emergenza:  il Dipartimento dei Vigili del Fuoco di San Ramon Valley, in California, in collaborazione con gli studenti del Centro di Informatica Applicata della Northern Kentucky University.

L’app, per ora su iPhone e iPad, è scaricabile gratuitamente dal sito internet dei Vigili di San Ramon oppure dall’Apple Store. Al momento l’applicazione è attiva solo nella San Ramon Valley, ma sono già 40.000 gli utenti che la usano. Attendiamo la sua internazionalizzazione e l’estensione ad altre piattaforme.